Daikin migliore climatizzatore recensioniDaikin miglior marchio di climatizzatori: non lo diciamo noi, la classifica è stata stilata dalla rivista Altroconsumo, che assegna la medaglia d’oro come “Migliore del test” proprio a un apparecchio della famiglia Daikin, per la precisione al modello Daikin FTXZ25NV1B/RXZ25NV1B, il non plus ultra come qualità, prestazioni, comfort ed efficienza energetica.

Per Altroconsumo Daikin non vince solo con i modelli top di gamma ma anche con quelli di fascia migliore qualità-prezzo, assegnando un ottimo punteggio a Daikin FTXM25M/RXM25M e valutandolo come “Migliore Acquisto”.

Un altro modello Daikin valutato positivamente è Daikin FTXM35M2V1B ma, al di là del singolo modello e del dettaglio di punteggio ottenuto, il test mette in evidenza quello che noi installatori e manutentori di Daikin sappiamo già da tanto tempo: il marchio giapponese, nelle sue diverse proposte, è sempre una scelta vincente sia per l’efficienza che per il comfort, senza dimenticare il vantaggio economico che si ottiene scegliendo un apparecchio di alta qualità.

L’investimento iniziale richiesto dall’acquisto di un climatizzatore Daikin è ampiamente ripagato dall’immediato risparmio in bolletta e dall’affidabilità di una tecnologia all’avanguardia.

Vuoi scoprire tutte le nostre offerte Daikin? Consulta il nostro depliant con le offerte per la stagione estiva.

Qualunque sia la vostra scelta in termini di climatizzazione ricordatevi sempre alcune semplici regole per mantenere il vostro apparecchio in perfette condizioni.

La pulizia principale dei climatizzatori va fatta a fine stagione (verso settembre/ottobre) per evitare che polvere e sporco si incrostino sull’apparecchio durante l’inverno.
Da maggio a luglio, quando gli apparecchi riprendono a funzionare, è sempre consigliato eseguire una completa sanificazione.

– Prima di procedere con qualsiasi operazione assicurarsi che il climatizzatore sia spento dall’interruttore elettrico dedicato, o in assenza da quello generale.

– Controllare che le griglie e i filtri siano puliti, in modo da garantire una buona qualità dell’aria fresca prodotta.

– Fare una pulizia profonda del motore esterno dell’impianto di condizionamento, soprattutto se è esposto a sole, pioggia e altre intemperie  oppure se è posizionato in zone particolarmente soggette a smog.

In caso di utilizzo intenso, pulire il filtro una volta al mese: migliora la qualità dell’aria e diminuiscono i consumi.

– Una volta all’anno richiedere il controllo del livello del liquido refrigerante da parte di un professionista e il controllo sulle connessioni del circuito. Qualunque cambiamento di pressione, eventuali perdite o altri problemi possono diminuire l’efficienza dell’apparecchio.

– Verificare periodicamente la stabilità dell’appoggio su cui è montato l’elemento esterno.

Fonte classifica climatizzatori: rivista Altroconsumo