Legge di stabilità 2016: si rinnova la detrazione fiscale con importanti novità!

detrazione fiscale 65% impianti di riscaldamento e climatizzazione

DETRAZIONE del 65% sugli acquisti

Prorogata fino al 31/12/2016 la detrazione fiscale del 65% per gli interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti, di qualunque categoria catastale, compresi quelli strumentali; salvo ulteriori proroghe dal 1° gennaio 2017 questa tipologia di detrazione rientrerà nell’ordinaria detrazione del 36% prevista per le “ristrutturazioni” delle abitazioni.

La detrazione ripartita in 10 quote annuali spetta non solo ai contribuenti Irpef ma anche ai titolari di partita IVA per i lavori di:

  • Riqualificazione energetica di edifici esistenti (detrazione massima € 100.000)
  • Installazione di pannelli solari per produrre acqua calda (detrazione massima € 60.000)
  • Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale (e di scaldabagno tradizionali) con scaldacqua a pompa di calore, di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione o alimentate da biomasse combustibili (detrazione massima € 30.000).

 


DETRAZIONE del 50% su Manutenzione e Ristrutturazione

Fino al 31 dicembre 2016 sarà possibile fruire della detrazione fiscale del 50% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio su un importo massimo di spese agevolabili di 96.000 Euro per abitazione. I lavori che danno diritto alla detrazione sono, fra gli altri, quelli di manutenzione ordinaria (se realizzati nelle parti comuni condominiali) e di e di manutenzione straordinaria (comprendenti i lavori di realizzazione, integrazione, miglioramento tecnologico degli impianti nonché di risparmio energetico), restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati sulle singole abitazioni.

Manutenzione Straordinaria comprendenti i lavori di realizzazione, integrazione, miglioramento tecnologico degli impianti nonché di risparmio energetico

Non cambiano i criteri di detrazione: spetta ai contribuenti Irpef che sostengano le spese (proprietari, nudi proprietari dell’abitazione oggetto degli interventi oppure titolari dei diritti di usufrutto, uso, abitazione, superficie); il beneficio spetta anche a locatari o comodatari e ai familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile; le spese devono essere pagate tramite apposito modello di bonifico; la detrazione deve essere suddivisa in dieci quote annuali.

 


Le novità della Legge di Stabilità 2016

La legge di stabilità 2016, in materia di interventi finalizzati all’efficienza energetica, prevede due nuove disposizioni fino al 31/12/2016:

  • per interventi condominiali di riqualificazione energetica, i contribuenti che si collocano nella “no tax area”, cioè la cui imposta sul reddito è “assorbita” dalla corrispondente detrazione IRPEF, potranno recuperare la detrazione spettante per quei lavori, cedendo il credito ai fornitori che hanno eseguito l’intervento (l’Agenzia delle Entrate ne fisserà le modalità con apposito provvedimento)
  • sono agevolabili con la detrazione del 65% anche le spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo a distanza (accensione, spegnimento, programmazione settimanale, monitoraggio dei consumi, ecc.) degli impianti di riscaldamento, di produzione di acqua calda e di climatizzazione delle abitazioni, per accrescere la consapevolezza dei consumi da parte degli utenti e migliorare l’efficienza funzionale degli impianti.

 

 

gestione pratiche detrazione fiscale